Federazione fra le Società Filateliche Italiane

Home Calendario Società Manifestazioni Internazionali Notizie

Esposizioni Internazionali 2006

Anni precedenti [2012]  [2011]  [2010]  [2009]  [2008]  [2007]  [2006]  [2005]  [2004]

Risultati degli Italiani    
   
Monacophil 2006
1-3 dicembre 2006. Monaco.

Ricca e poliedrica, come sempre, anche quest’edizione di Monacophil. La Federazione era presente con una propria squadra nazionale di venti collezionisti che rappresentavano tutte le specialità collezionistiche. Questo settore dell’esposizione è stato particolarmente visitato dal pubblico: le grandi testatine con nomi e titoli, di preparazione della FSFI, spiccavano fra gli altri quadri che ne erano privi.

Aerofilatelia
Costantino Gironi, "I due meravigliosi raid di Francesco De Pinedo: 1925 e 1927".
Fernando Corsari, "Voli italiani interrotti".
Lino Lensi, "Italia: rotte mediterranee".

Filatelia tradizionale
Paolo Bianco, "Il francobollo da 20c del 1867".
Giorgio Leccese, "Non adottati, prove e saggi di Monaco".
Claudio Magro, "Austria le prime emissioni".

Filatelia tematica
Maurizio Amato, "Architettura romanica".
Ezio Gorretta, "Dalle monete europee all'euro".
Stefano Giacca, "Il cane utile all'uomo".
Bruno Avanzino, "Scoperte e progressi della medicina".

Storia postale
Enrico Bertazzoli, "La posta alberghiera".
Luigi Antonmaria Ciampi, "Repubblica Sociale Italiana".
Emanuele Gabbini, "Deutsche Besetzung Zara".
Luciano Maria, "La spedizione Napier in Abissinia".

Interofilia
Enio Spurio, "Amministrazione militare alleata della Venezia Giulia".
Carlo Sopracordevole, "Varietà d'interi postali italiani".

Maximafilia
Gianfranco Poggi, "Iconografia del potere".

Astrofilatelia
Giovanni Riggi di Numana, "I primi anni della corsa alle stelle".

Filatelia fiscale
Gianni Cavazzoni, "Prima emissione di Lombardo-Veneto".

Filatelia giovanile
Pier Giuseppe Giribone, "Mai dire gol".

Nelle immagini a destra, uno scorcio della sala con la mostra FSFI ed i collezionisti Leccese, Gabbini e Cavazzoni davanti alle loro rispettive collezioni.

A fianco di quest’esposizione “nazionale” ve ne erano altre: esponevano infatti proprie squadre le federazioni di Monaco, Francia, Germania; il Collectors Club di New York, l’Unione Filatelica Lombarda e l’Académie Européenne de philatélie.
 

Uno scorcio della sala con la mostra FSFI
Giorgio Leccese con la sua collezione "Non adottati, prove e saggi di Monaco"
Emanuele Gabbini, davanti la sua collezione "Deutsche Besetzung Zara"
Gianni Cavazzoni con la sua collezione "Prima emissione di Lombardo-Veneto"
 

Nel palazzo a fianco, sede del museo postale, vi era l’esposizione dei 100 francobolli e documenti filatelici fra i più rari del mondo fra cui vi erano diversi italiani: Giacomo Avanzo, Alberto Barcella, Paolo Bianchi, Giorgio Bizzarri, Alberto Bolaffi, Federico Borromeo d’Adda, Giacomo Bottacchi, Giorgio Colla Asinelli, Raffaele Diena, Vittorio Fenice, Tito Giamporcaro, Saverio Imperato, Giorgio Khouzam, Francesco Lombardo, Bernardo Naddei, Federico Pincione, Maurizio Raybaudi Massilia, Sergio Santachiara, Angela Seghizzi Zanaria, Mario Seminara, Marco Tomasini, Matteo Tosto, Paolo Vaccari, Angelo Zanaria, Alessandro Zanini.
Ancora, facevano bella mostra di sé importanti collezioni di filatelia tradizionale di filatelisti eminenti. Per l’Italia erano presenti Alberto Barcella, Paolo Bianchi, Giorgio Bizzarri, Federico Borromeo, Giacomo Bottacchi, Saverio Imperato, Giorgio Khouzam, Bernardo Naddei, Gaetano Palmigiano, Matteo Tosto, Paolo Vaccari, Angelo Zanaria e Alberto Bolaffi, che ha esposto in grandi teche anziché nei consueti quadri, necessarie per il materiale esposto.
Vi è stata infine anche un’esposizione delle più significative lettere del Pontificio, organizzata da una squadra italiana coordinata da Alberto Barcella, Giorgio Bizzarri, Angelo e Mario Zanaria, con la partecipazione di altri importanti collezionisti italiani. L’esposizione è stata inaugurata dal principe Alberto II di Monaco; il premio Ascat è stato assegnato alla memoria di Alexander Kroo e ritirato dalla vedova signora Edda con il figlio Amedeo Missaglia.
 

La sala con l'esposizione dei 100 francobolli e documenti filatelici fra i più rari del mondo
Altra sala con esposte importanti collezioni di filatelia tradizionale
 
 
Belgica 2006
16-20 novembre 2006. Parco delle esposizioni, palazzi 11 e 12, Bruxelles (Belgio).
Campionato mondiale della gioventù, tematica, un quadro e classe aperta.
Ulteriori informazioni su: www.belgica2006.be Link esterno....

Le classi a concorso sono: Filatelia giovanile, Filatelia tematica, Un quadro, Classe aperta. Il  commissario italiano è Ezio Gorretta (via Galileo Ferraris 2, 15100 Alessandria; e-mail e.gorretta@tin.it); il giurato italiano è Giancarlo Morolli (giancarlo.morolli@fastwebnet.it).

Ecco i risultati degli italiani:

Filatelia giovanile
Claudio Panico, "Lo spazio", punti 65, bronzo argentato

Filatelia Tematica
Giancarlo Pezzoni, "Il pianoforte", punti 88, vermeil grande + premio speciale
Alviero Batistini, "Integrazione europea", punti 87 vermeil grande
Maurizio Amato, "L'architettura romanica", punti 86, vermeil grande
Claudio Grande, "The book, book and Libraries history", punti 82, vermeil
Giovanni Licata, "The palm", punti 80, vermeil
Adolfo Franchi, "Albert Einstein and the theory of relativity", punti 78, argento grande
Alfio Fiorini, "Agri-cultura", punti 78, argento grande

Un quadro
Luigi Impallomeni, "Lettere dalla Toscana agli U.S.A.", punti 93, oro + premio speciale
Saverio Imperato, "The Cavallini, selection of the World's first Postal Stationery", punti 87, vermeil
Franco Rigo, "Venezia e l'acqua", punti 87, vermeil + premio speciale
Guido Amelotti, "San Pio V e la battaglia di Lepanto", 75 punti, argento

Nota: nella classe "Un quadro" i livelli di medaglia erano oro da 90 punti in su, vermeil da 80 a 90 punti argento da 70 a 80 punti bronzo da 60 a 70 punti.
 

 
 
Sindelfingen 2006
27-29 ottobre 2006.

Esposizione Internazionale di Storia postale di Sindelfingen, nei pressi di Stoccarda in Germania. Le collezioni erano suddivise in sei classi più la letteratura. Le migliori tre in ogni categoria sono premiate con il “Corno postale”. Questo il palmares completo.

Numerosa la partecipazione italiana: Michele Amorosi con Trieste 1850-1900, Corrado Carli con i transiti per Trieste nel periodo Asburgico, Luigi Impallomeni con i Forwarders in Toscana, Gaetano Palmigiano con le tassazioni dello Stato Pontificio, Kurt Cologna con la Posta in Bolzano, Alessandro Agostosi con i suoi "Espressi", Luigi Sanson con una collezione sulla provincia di Treviso durante il Lombardo Veneto, ed infine Elio Balossini con la sua collezione sulla 1^ e 2^ Guerra d’Indipendenza Italiana. Anche fra le pubblicazioni numerose le presenze italiane: Mario Mentaschi (che, se non avesse fatto parte della giuria, avrebbe senz’altro avuto un corno), Umberto del Bianco, Adriano Cattani, Fabio Bonacina, la ditta Vaccari e Paolo Vaccari.

I collezionisti italiani hanno avuto i seguenti riconoscimenti:

Elio Balossini, con la partecipazione "From the first War of Indipendenceto the Kingdom of Italy", ha ottenuto il "corno d'oro" nel gruppo degli studi storici e speciali.
Sandro Agostosi, la sua collezione "Der Expressdienst in Italy" è stata selezionata nel gruppo dei 6 candidati al premio.
Luigi Sanson, con la partecipazione "Bolli ed annullamenti del Lombardo Veneto dal 1850 al 1866 della Provincia di Treviso", ha ottenuto il "corno d'argento" nella classe marcofilia.
Paolo Vaccari, con la partecipazione "Modena 1852 - 2002, 150th anniversary of the Este postage stamps", ha ottenuto il "corno di bronzo" nella classe letteratura.
 

 

Elio Balossini riceve il Corno d’Oro

Oltre all’Esposizione Internazionale di Storia postale, l'altro punto centrale di Sindelfingen è stato il Simposio internazionale, diretto ormai da qualche anno dall’italiano Thomas Mathà. In questa edizione, nell’arco di due giorni, sono state proposte cinque conferenze su argomenti di Storia Postale. Ben tre di queste conferenze riguardavano direttamente l’Italia: quella di Michael Amplatz (corno d’oro lo scorso anno) i rapporti tra l’Austria e l’Italia dal 1851 al 1859, quella di Arnim Knapp le corrispondenze della Sassonia con l’Italia dal 1850 al 1875 e poi quella di Mario Mentaschi e di Thomas Mathà sui rapporti degli Antichi Stati Italiani con i paesi Scandinavi.

Thomas Mathà e Mario Mentaschi sul podio del simposio internazionale di storia postale.
 

 
 
España 2006
Malaga, 7-13 ottobre 2006. Esposizione mondiale FIP con tutte le classi competitive. Ecco le partecipazioni italiane e per le sezioni a concorso i risultati ottenuti (punti, medaglia):

Classe campioni
Saverio Imperato, “Pontificio”
Franco Rigo, “Storia postale di Venezia”

Filatelia tradizionale
Giuseppe Spampinato, “Sicilia”, 92, oro
Paolo Bianchi, “Congo”, 91, oro
Carlo Arlenghi, "Perfin", 75, argento grande

Storia postale
Saverio Imperato: “Posta fra Italia e Spagna”, 88, vermeil grande
Mario Carloni, “Dodecaneso”, 88, vermeil grande
Andrea Santostefano, “Trapani”, 81, vermeil

Aerofilatelia
Ferdinando Giudici, “Assedio di Parigi”, 92, oro
Bernardo Naddei, “Voli italiani”, 91, oro
Flavio Riccitelli, “LATI”, 85, vermeil grande

Filatelia Tematica
Alviero Batistini, “Integrazione europea”, 85, vermeil grande
Ezio Gorretta, “Una giornata con il mio migliore amico”, 88, vermeil grande (con felicitazioni della giuria)

Maximafilia
Cesare Rialdi, “La Germania”, 80, vermeil
Dino Taglietti, “I ponti”, 72, argento

Un quadro
Saverio Imperato, “Posta per l’estremo oriente”, 91, oro
Bruno Reiter, “Aerolinas argentinas”, 55, diploma

Letteratura
Mario Mentaschi, "Lire, soldi, crazie, grana e bajocchi", 91, oro
Silvia Rigo, "La via d’Augusta", 75
Franco Rigo, "Venezia il contagio", 87
Franco Rigo, "Trieste-Venezia", 75
Vaccari, "Bulgaria", 71
Vaccari, "Re di maggio", 70
Vaccari, "Giovanni Paolo II", 67
Vaccari, "Vaccari Magazine", 88
Vaccari, "Catalogo Vaccari", 81
 

 
 
Salon du timbre & de l'ecrit 2006
Parigi, 17-25 giugno 2006.

Domenica 25 giugno si è conclusa l'edizione 2006 del "Salon du timbre & de l'ecrit" a Parigi. Françoise Eslinger, direttrice della Filatelia della posta francese, ha dichiarato che per la prossima edizione del 2008 intende organizzare una competizione filatelica europea. L'edizione di quest'anno, molto articolata, ha visto la partecipazione di moltissimi studenti delle scuole dei primi gradi, per cui erano stati organizzati molti eventi ed animazioni sui temi dei francobolli, della posta e della scrittura.
Nell'ambito del Salon si è tenuta l'Assemblea della Federazione francese delle società filateliche francesi, che ha visto un cambio della guardia alla presidenza: Robert Deroy è stato sostituito da Yves Tardy.
Si è riunita anche la prestigiosa Académie Européenne de Philatélie, e nel corso dell'incontro il suo presidente, Jean-Pierre Mangin, ha consegnato il premio europeo di letteratura filatelica a Bruno Crevato-Selvaggi, per la sua opera "Il Regno d'Italia", uscita nello scorso febbraio, che ha ricevuto l'apprezzamento di tutti i partecipanti ed anche della posta francese.
Ulteriori informazioni sul sito ufficiale della manifestazione (www.salondutimbre.fr Link esterno...) e sul sito della FFAP, Fédération Française des Associations Philatéliques (www.ffap.net Link esterno...).
 

 
 
  Alpe-Adria 2006
Maribor; Slovenia, 15-18 giugno 2006.

Competizione riservata ai collezionisti Alpe-Adria (per l'Italia Lombardia, Tre Venezie, Emilia-Romagna) di tutte le classi. Commissario: Piero Santangelo. Giurato italiano: Alessandro Agostosi. La mostra si è tenuta al palazzetto dello sport di Maribor, ed ha visto una buona affluenza di pubblico soprattutto sabato e domenica mattina; efficiente l'organizzazione. In gara un'ottantina di collezioni.

Questi i risultati degli italiani.

Storia postale
Antonio Puggiotto, "Occupazione alleata di Trieste", vermeil;
Carlo Negri, "La sanità militare dell’impero austro ungarico", vermeil;
Toni Santifaller, "Pubblicitari degli anni 1924-25", vermeil.
Riccardo Copetti, "Mail post from the ice", argento.

Tematica
Alfio Fiorini, "L’ebreo Jeshua che fondò la chiesa cristiana", oro, premio speciale e miglior risultato della classe.
Piero Vasconi, "Walser, the alps settlers", argento.

Maximafilia
Dino Taglietti, "I ponti", oro, premio speciale e miglior risultato della classe; molto ammirata per lo sviluppo tematico e la rarità del materiale.
Italo Greppi, "Bell’Italia", vermeil.

Un Quadro
Bruno Reiter, "Aerolineas argentinas", bronzo argentato.

Letteratura
Giuseppe Badin, "220° anniversario apertura ufficio postale di Dolo", vermeil.

Il gran premio di Alpe Adria è stato vinto dal croato Mladen Vilfan con "1945 Provisional Issues Croatia and Bosnia and Herzegovina". Non è stato il risultato migliore, ma le due collezioni con risultati migliori non avevano come argomento il territorio di Alpeadria, perché, ambedue di tedeschi, trattavano una di Romania e l’altra di storia postale d’Irlanda.
Si è tenuta anche la consueta assemblea annuale di Alpe-Adria, che ha visto anche la presenza di Pedro Vaz Pereira, presidente della federazione europea. La prossima manifestazione si terrà in Italia, a Caorle, dal 25 al 27 maggio 2007, ed avrà rango di competizione nazionale. Commissario Piero Santangelo, via Fambri 2, 35131 Padova; tel. 049.772.430, e-mail piero.santangelo@inwind.it.
 

 
 
Il sito ufficiale di Washington 2006... Washington 2006
Washington DC, dal 27 maggio al 3 giugno 2006.
Mondiale FIP tutte le classi.
Per informazioni: Washington 2006, PO Box 2006, Ashburn, VA 20146-2006, USA
www.washington-2006.org Link esterno..., e-mail: info@washington-2006.org.
Commissario italiano: G.F. Bolaffi. Aggiunto: Giancarlo Morolli.

I risultati delle partecipazioni italiane.
Reportage fotografico.
 

 
 
  Essen - Primo Campionato Europeo di Filatelia Tematica
Essen (Germania) 4-6 maggio 2006

Alla manifestazione hanno partecipato 68 espositori in rappresentanza di 18 federazioni aderenti alla FEPA. Le Classi di competizione erano 8. Ecco i Campioni per categoria:

1) Arte e Cultura: Alfred Schmidt (D), "Le Statue del Cavaliere Rolando"
2) Storia e Organizzazioni: Joachim Maas (D), "U.P.U."
3) L’uomo e le sue attività: Albrecht Zimmermann (D), "Bambini, Bambini"
4) Sport e Tempo Libero: Jari Majander (SF), "Introduzione al Ciclismo"
5) Trasporti e Tecnica: Yannick Delaey B), "La Ferrovia, nostra necessità"
6) Medicina e Scienze: Irmgard Fürstenberg (D): "Dalle iniziative sanitarie nazionali all’OMS"
7) Animali e Piante: Leif W. Rasmussen (DK), "Coesistenza Uomo-Uccelli"
8) Agricoltura e animali domestici: Michel Abram (F), "Incontro con il Cavallo".

Per ogni categoria agli espositori con i tre punteggi più alti sono state assegnate rispettivamente medaglie d’oro, d’argento e di bronzo. Dopo la proclamazione degli otto campioni i giurati hanno espresso cinque preferenze, in ordine di merito; in base alla somma delle medesime è stato proclamato Campione Europeo di Filatelia Tematica 2006 il dr. Joachim Maas (D).

Risultati delle partecipazioni italiane, per ordine di categoria:

1) Maurizio Amato, "Architettura Romanica": Vermeil Grande (85)
2) Alviero Batistini, "Integrazione Europea 1919-1957": Vermeil Grande (86)
3) Ezio Gorretta, "Vocazioni: realizzarsi in Cristo": Oro (90) + medaglia d’argento, secondo classificato in questa categoria
4) Andrea Francesconi, "La Coppa Rimet": Vermeil Grande (87)
6) Adolfo Franchi, "Albert Einstein e la Teoria della Relatività": Vermeil (80)
8) Paolo Padova, "Corri, Cavallo, Corri": Vermeil Grande (85).

Giuria: Giancarlo Morolli (team-leader). Si è svolto il seminario FEPA per Giurati, con la partecipazione di Giancarlo Morolli (coordinamento discussione generale) e di Ezio Gorretta (presentazione di una sua collezione).
 


© Federazione fra le Società Filateliche Italiane. Aggiornato il 29-01-2014.